fbpx

Vivere l'Arte

IL CONTRIBUTO DELL’ARTISTA IVAN TRESOLDI ALLA RINASCITA DI SELVANESCO 77

Ivan Tresoldi per Selvanesco 77

L'opera

“grande come una comunità”, che raccoglie, (in) scrive e rigenera, che fa della pratica artistica e di poesia di strada, comunicazione, identità collettiva, propaganda, partecipazione.

La poesia e la scrittura proposta per “In parola” vuole proporsi su tre dimensioni concettuali, identitarie e narrative; un corpo originale nella produzione poetica dell’autore pensato e misurato rispetto alle finalità della commessa, che possa, nel tempo, rappresentare, anche, un intervento unico nel suo genere per percorso autoriale e panorama dell’arte contemporanea internazionale.

Passato

un ieri che raccordi la memoria passata di Via Selvanesco

presente

un oggi che attinga dai nuovi abitanti della comunità direzione e parole

futuro

un domani che evidenzi le funzioni dello stabile come ingressi, scale, aree comuni

L'alfabeto poetico

Aree Comuni

Selvanesco 77 e l’opera di Ivan Tresoldi sulla stampa Articoli su “La Lettura” del Corriere della Sera.
Clicca qui sotto per visualizzare le due pagine
1 / 2

Ivan Tresoldi

Ivan Tresoldi

Il suo nome compare sui muri di Milano dal febbraio del 2002 quando alcuni dei suoi lavori incominciano ad attirare l’attenzione dei giornali e dei cittadini. Inizialmente Ivan è conosciuto per le sue poesie e le sue “scaglie”, ossia brevi componimenti poetici dipinti su muri e parapetti della città. Tra queste quella comparsa sul muro della darsena di Milano: «chi getta semi al vento farà fiorire il cielo»

Utilizzando una tecnica mista, che lo tiene sospeso tra graffitismo, poesia e arte di strada, riesce ad arrivare ad un pubblico ampio, divenendo il principale riferimento della poesia di strada italiana contemporanea. Dal 2003 ha dipinto oltre trecento interventi di poesia di strada tra Europa, Stati Uniti, Africa e Sud America ed ha esposto in più di duecentocinquanta esposizioni collettive tra cui Milano, Firenze, Torino, Roma, Palermo, Venezia in Italia e Stati Uniti, Cuba, Libano, Francia, Germania, Haiti, Francia, Kosovo, Cecoslovacchia, Albania, Spagna, Inghilterra e Palestina all’estero. Tra queste, la mostra, voluta dall’allora assessore alla cultura di Milano Vittorio Sgarbi, allestita nel 2007 al PAC, street art, sweet art, a cui hanno partecipato gli artisti più noti della street-art italiana.

Scopri di più su Ivan Tresoldi

www.i-v-a-n.net   –  Ivan Tresoldi su Wikipedia

Alcune opere di Ivan Tresoldi